Garanzia corrispondenza colore al 100%

Posso usare la pittura acrilica per ritoccare la vernice dell’auto?

di Monika Studnicka /

Dietro alle vernici per auto c’è un complesso lavoro chimico che molti dicono le persone che non sono del settore non riescono a capire e apprezzare a pieno. Se ci rifletti, puoi comprendere facilmente il perché. Al contrario del colore che viene usato sulle pareti della tua camera, la vernice della macchina deve affrontare più condizioni climatiche e ambienti rispetto ad una struttura in mattoni. 

Deve resistere a rapidi cambiamenti di umidità, bagnato e temperature, e deve anche sopravvivere a tutto il pietrisco e i sassolini che colpiscono l’auto. Inoltre, deve difendersi da tutte quelle ammaccature e graffi che inevitabilmente incontrerai durante la vita in quanto proprietario di un auto. E, soprattutto, deve essere perfetta in ogni giuntura e risultare luminosa e brillante al sole.

Tenendo tutto questo a mente, sarai probabilmente curioso di apprendere che esistono molti tipi di vernice, ognuno con la sua composizione e con il suo peculiare aspetto. Quindi, sicuramente, non vedrai l’ora di saperne di più. E, cosa ancora più importante, sarai felice di scoprire se è possibile usare un colore di base acrilica – il più comune in qualsiasi applicazione – per ritoccare la vernice della tua auto.

I diversi tipi di vernici per auto

Prima di dirti se puoi o non puoi utilizzare il colore acrilico per ritoccare la carrozzeria della tua auto – spoiler, sicuramente puoi – ci prendiamo un momento per indagare quali sono i diversi tipi di vernice che si possono applicare alla macchina. In generale ci sono cinque tipi diversi di vernici per auto. Ognuno, ovviamente, ha i suoi pro e i suoi contro da considerare.

Smalto

Per le auto, lo smalto esiste da molto tempo. Infatti, sulle macchine viene utilizzato sin dagli anni ‘20 del ‘900. Troverai questa vernice anche sul legno e sui mobili. Lo smalto concede una brillantezza stupenda e si asciuga molto più velocemente degli altri tipi di colore. La sua facile applicazione rende lo smalto incredibilmente popolare tra quelle persone che sanno già che avranno bisogno di ricolorare l’auto frequentemente. 

Tuttavia, lo smalto non è molto usato al giorno d’oggi soprattutto a causa dei suoi svantaggi rispetto alle nuove formule delle altre vernici. Esso, infatti, si asciuga in fretta ma ha bisogno di almeno sei o otto strati per ottenere un buon risultato. Questo significa che è più costoso e che richiede più tempo per essere applicato. Inoltre, lo smalto non dura molto, dal momento che potrebbe staccarsi se rimane troppo tempo sotto il sole.

Uretano

Un altro tipo di vernice molto conosciuto è l’uretano che viene impiegato anche sotto la scocca dell’auto. Un vantaggio importante nell’uso dell’uretano è la sua durevolezza. Resiste a lungo e riesce a proteggere la tua auto da tutto quello che s’incontra nel mondo esterno, che sia pietrisco, sporcizia o salsedine. Questa resistenza è quello che rende l’uretano una scelta molto comune quando si tratta di verniciare le superfici attorno alle componenti calde, come ad esempio quelle dentro al vano motore.

Il maggiore contro dell’uretano è la sua componente chimica. Se mescolato con degli indurenti chimici per velocizzare la sua asciugatura, potrebbe rendere tossica tutta la miscela. Il che sarebbe letale per i tuoi polmoni. In aggiunta, potrebbe rivelarsi abbastanza difficile applicare la vernice all’uretano in modo soddisfacente, quindi è meglio lasciarlo fare ai professionisti. 

Metallica 

La vernice metallica potrebbe esserti familiare. Costa più delle altre, e a buon motivo. Questo nome deriva dal fatto che al suo interno ci sono dei minuscoli frammenti di metallo. Quando è colpita dal sole, o anche da una luce moderata, risplende e brilla come nessun’altra. È un piacere per gli occhi e riesce anche a mascherare i graffi leggeri grazie ai suoi riflessi.

Nonostante tutto ciò, ha una piccola pecca: se dovessi ritrovarti ad avere bisogno di ritoccare la vernice metallica, avrai delle difficoltà. In primo luogo, è complicatissimo trovare il colore che si abbini perfettamente a quello della tua auto. Inoltre, può essere proibitiva in termini di costi e le marche terze che le producono di solito offrono solamente una piccola varietà di colori tra cui scegliere.

Opaca

Questa sembra diventare sempre più popolare sulle auto al giorno d’oggi. La vernice opaca viene usata spesso nelle auto di lusso e in quelle sportive per farle risaltare, e sicuramente funziona. Cattura l’attenzione immediatamente proprio per la sua unicità. La vernice opaca, come dice il nome, non ha una finitura lucida. Il risultato finale è una superficie completamente piatta che sembra apparire bella in praticamente qualsiasi condizione o sotto qualsiasi luce.

Ma per quanto guidare un’auto opaca possa farti sentire figo, sicuramente il suo mantenimento ti riporterà coi piedi per terra. Se mai dovessi graffiarla, quelle rigature saranno molto più visibili dal momento che non ha nessun tipo di riflesso per nasconderle. Inoltre, cercare di tenerla pulita e perfetta sarà una seccatura, dal momento che potrai usare solo dei determinati tipi di miscele per il lavaggio e tecniche. Quando poi si parla di ritoccarla, anche lì il conto sarà salato.

E la vernice acrilica? 

Ora, abbiamo un quinto tipo di vernici per auto – quello acrilico. L’acrilico di per sé ha diversi sub-categorie, che includono lo smalto acrilico, la lacca acrilica e l’uretano acrilico. Dal momento che in generale è una vernice a base d’acqua, queste categorie e miscele hanno ognuna delle caratteristiche distinte. La lacca acrilica condivide molte similarità con le normali vernici smaltate.

È facile da applicare, anche se è solamente poco più duratura. Anche l’uretano acrilico è abbastanza simile all’uretano, dal momento che è facile da stendere e dura molto a lungo. Eppure, non è così tossico. Infine, lo smalto acrilico è interessante visto che è composto per essere molto durevole, dal momento che si trasforma in uno strato ultra duro quando inizia ad asciugare. Questa vernice infusa di smalto in realtà è applicato sulla macchina attraverso l’uso del calore. 

In generale, ogni tipo di vernice acrilica ha una durata abbastanza elevata e, in più, è relativamente a buon mercato. È molto semplice da applicare e da ritoccare. Inoltre, è abbastanza facile da mantenere. Comunque, ovviamente ci sono dei contro anche nella copertura in acrilico. Ad esempio, la vernice acrilica ci mette un po’ ad asciugare – a volte oltre il qualche giorno – prima che tu possa applicare lo strato successivo. Oltre a questo, non è sempre così durevole se comparata ad altri tipi di verniciatura, dal momento che può levarsi via se rimane esposta per molto tempo sotto al sole.

Conclusioni

Quindi, per rispondere alla domanda presente nel titolo, puoi sicuramente utilizzare la vernice acrilica per ritoccare la tua auto. Per la maggior parte delle persone questo tipo di vernice è la migliore. Sia che stiano scegliendo la verniciatura di un auto, sia che stiano progettando di ritoccare un graffio, la vernice acrilica può rivelarsi la scelta vincente. È relativamente economica, facile da applicare e non richiede grande manutenzione perché rimanga brillante. Non di meno potrebbe rivelarsi utile disporre di un garage o, in generale, di tenere la macchina all’interno, per assicurarsi che il sole non inizi ad opacizzare la sua finitura acrilica lucida. 

Usa il codice 15%vendita per
15% di sconto sul tuo ordine